ALESSANDRO DARI

In una delle principali cornici Storiche Italiane, la meravigliosa città di Firenze,fucina da sempre di innovativi momenti di pensiero e culla di visioni Rivoluzionarie tra Uomo ed Universo, prende vita l'opera artistica di Alessandro Dari, Maestro in Arti Orafe, Scultore e Musicista.La sua formazione affonda le radici e la sua continua ispirazione nelle principali correnti storiche, che attraverso costanti ricerche Spirituali impregnano e sigillano l'opera in forme e filosofie esclusive ed ambiziose.La passione dell'artista, che ad oggi espone nelle sua Bottega più di 900 pezzi, è alimento vitale, è espressione dell'inconscio, è respiro dell'anima.Una forma in equilibrio , forte e delicata, tra l'essere e la sua elaborazione in forma.Professore Universitario di Oreficeria della Facoltà di Architettura nel 2003 gli viene assegnato il premio Perseo come migliore Artista della città e nel 2006 viene nominato Artista scelto del Vaticano.

BEA BONGIASCA

Bea Bongiasca, nata a Milano nel 1990, è una designer di gioielli italiana. Nel 2013 si è laureata in Jewelery Design BA presso il Central Saint Martins di Londra, nello stesso anno in cui ha fondato il proprio marchio e studio a Milano. L’ispirazione di Bea nasce dal suo fascino con l’Asia orientale e dalle esperienze personali che ha visitato queste regioni. Incoraggia il linguaggio visivo e le conoscenze acquisite durante i suoi viaggi con la sua profonda passione per la cultura pop e il suo stile occidentale. L’attenzione che Bea ha è più di gioielli come forma d’arte e il suo concetto è l’aspetto fondamentale del suo processo di progettazione.   

ELENA DE FRANCESCA

Elena De Francesca nasce come ricercatrice nel campo della Biologia, ma spinta dalla grande passione per il Jewelry Design, inizia a disegnare gioielli scoprendo ben presto un effetto magico negli occhi di chi li nota. La simbologia e il suo infinito universo affascinano Elena De Francesca tanto da ispirare la sua prima collezione “Protect Me” che s’ispira appunto all’ Occhio, simbolo che rappresenta la vista, ossia la possibilità di vedere nel senso più ampio: Comprensione, Conoscenza, Onniscienza. Il punto focale del marchio è la valorizzazione dell’artigianalità Ambrosiana partendo dalle più antiche tecniche orafe Rinascimentali, rivisitandole in chiave moderna e dando vita a collezioni di altissima qualità dalle finiture impeccabili ed allo stesso tempo, con un Allure giovane e fresca che le rende indossabili con estrema facilità.

FEDERICO PRIMICERI

Federico Primiceri: il gioiello per la nuova classe del lusso.Classe 1978, figlio d’arte e cresciuto affiancando il padre nel suo laboratorio orafo a Nardò, importante città barocca in provincia di Lecce, Federico Primiceri segue le sue attitudini artistiche, specializzandosi in importanti istituti a Valenza e a Milano. Dal 2008 ad oggi, le collezioni high jewellery Federico Primiceri sono presentate in eventi esclusivi in diverse importanti città. A Parigi con la mostra Designer Showcase, evento organizzato da National Jewelry Institute di New York, inaugurata durante Paris Fashion Week da Suzy Menkes, celebre fashion editor di International Herald Tribune, presso Hotel Le Bristol. Il lavoro artistico di Federico Primiceri appare tra le pagine di celebri riviste nazionali e internazionali di moda quali Vogue Gioiello, Vogue Accessory, How To Spend It di Financial Times, ed altri .

GAGÀ MILANO

Nato dalla poliedrica creatività di Ruben Tomella, GaGà Milano rappresenta un particolare modo di vivere, guardare, rapportarsi col mondo. Il marchio deve il suo nome ad un’espressione desueta, “gagà”, molto in voga negli anni ’50, che definisce una tipologia di uomo più che mai attuale: raffinato ma stravagante, attento ai dettami della moda, che rielabora con ironia ed eleganza, senza mai tralasciare i dettagli. Dettagli come l’orologio, per esempio: un orologio antico, da tasca, a cui è stato applicato un cinturino per poterlo indossare al polso, un orologio che scardina le regole, che fonde un tempo classico a visioni futuristiche.

MARCO DAL MASO

Come un tatuaggio inciso sulla pelle, i gioielli MARCO DAL MASO racchiudono in loro stessi l’essenza della persona che li indossa,custodendone i valori, i successi, le esperienze, la vita vissuta. I costanti viaggi attorno al mondo e l’intensa passione del Designer per culture e tradizioni antiche hanno influenzato l’intera collezione. Ritualità e sacralità identificano i gioielli MARCO DAL MASO che preservano antichi valori spirituali e li tramandano di generazione in generazione. Ogni gioiello MARCO DAL MASO viene interamente fatto a mano in Italia: sapienza artigiana, passione e grande cura dei dettagli sono caratteristiche distintive del brand.

SPALLANZANI

La maison Spallanzani è stata fondata da Carlo Spallanzani nel 1880. A capo della gioielleria si susseguirono con successo i suoi figli Luigi e Remo, e il nipote Guido. Nel 1881 Spallanzani aprì il suo primo negozio in via Dante 7 a Milano e si trasferì successivamente nel 1967 in corso Matteotti nel cuore del distretto della moda. Nel febbraio 1968, per celebrare il primo San Valentino nel nuovo negozio, Guido ha creato il primo bracciale personalizzato con il messaggio codificato “sei tutto quello che amo”. Only you e Manette sono le collezioni che attualmente fanno parte dei pezzi iconici.     

U-BOAT

C’ERA UNA VOLTA: U-BOAT. Una prestigiosa commessa della Marina Militare Italiana nel 1942 per la progettazione e realizzazione di orologi per i suoi piloti che potessero soddisfare specifiche tecniche molto precise. I primi disegni fatti da Ilvo Fontana di un orologio robusto e di forte identità, che garantiva la massima visibilità e impermeabilità. Il design marcato e caratteristico, il percorso di U-BOAT era appena cominciato… Fatto a mano in Italia ...     

VENNARI

  Uno stile inconfondibile quello di Vennari grazie alla dimensione contemporanea con la quale Domenico Vennari ha reinterpretato la gioielleria classica. Giulia, la figlia con un passato di danzatrice, il know how lasciato dal padre e supportato dall’inconfondibile gusto della madre nel disegnare gioielli, crea con Vennari un filo conduttore che mantiene spontaneità e leggerezza al primo posto così che il gioiello e chi lo indossa diventino un tutt’uno. erché è la fantasia a dare colore alla realtà e la realtà di tutti i giorni a stimolare l’ispirazione creativa. La filosofia Vennari: emozionarsi, piacersi, immaginarsi.